Barra di Navigazione
 
RAPHAEL SANZIO
   

deveria75.jpg

Clicca sull'immagine per ingrandire

   
...Sono riportate alcune indagini sulla tradizione per cui Raffaello, durante la sua attività romana, venuto a VeIletri in una giornata di ottobre, attraversandone i vigneti rigogliosi, si sarebbe imbattuto in una bella contadina stringente un bimbo fra le braccia. Vuole la tradizione, che il Sanzio abbia ritratto, sopra un fondo di botte, a rapidi tratti, il volto ed i lineamenti della donna e del bimbo, cui in seguito si sarebbe ispirato per dipingere la Madonna della SeggioIa. La forma circolare del quadro si presentò forse come la circostanza più verosimile per il volgo, che vi volle appunto intravedere il fondo della botte, senza tener conto che tale forma corrisponde a quella di quasi tutte le Madonne del Sanzio, dipinte prima della Madonna della Seggiola. L'abbigliamento della Vergine ha effettivamente un riscontro nel costume allora in voga presso le contadine di Velletri. Qui, infatti, le donne del popolo, fino dai tempi molto remoti, vestivano in modo diverso dai ceti agiati, che vestivano invece alla romana : è caratteristico il fazzoletto, che avvolge i capelli con un andamento particolare.
Per avvalorare la veridicità storica della tradizione, si trattava di dimostrare che effettivamente Raffaello si fosse recato a Velletri È dimostrabile che egli si è recato a Cori; pertanto dovette passare anche da Velletri. Infatti il Winckelmann, nelle sue Osservazioni sull'architettura degli antichi (Roma 1748, t. III, pag. 50) dice di aver veduto alcuni disegni originali fatti dal Sanzio nel tempio di Ercole a Cori, disegni che, insieme a molti altri, si trovano nel Museo privato del barone Stosch, e, secondo il Nibby (Analisi dei dintorni ai Rona, t. I, pag. 512), sarebbero poi passati alla Biblioteca di Vienna
Etratto da - Giuseppe Tomassetti, “La Campagna Romana, antica medioevale e moderna”
volume II, via Appia, Ardeatina ed Aurelia – Banco di Roma, 1975 – p. 434
   
   
Torna all'elenco dei personaggi
   

Le storie di www.belitristory.it Contattaci Torna alla Home Page Copyright www.belitristory.it 2009 - E' vietata la riproduzione anche parziale del sito
Powered by Info 2000